HYDROTECHNIX

Vai ai contenuti

Menu principale:

Storia dell'Idrogeno

Storia del carburante ad acqua


Nel  1766, lo scienziato inglese Henry Cavendish (1731-1810), noto per la sua scoperta dell’idrogeno o ciò che egli chiamava "aria infiammabile",  ne descrisse gli effetti durante la combustione in un documento 1766 "On Airs fittizi". Successivamente, un altro scienziato, Antoine Lavoisier riprodusse l’esperimento di Cavendish e diede all'elemento il suo nome: idrogeno.

Nel  1776, lo scienziato olandese Martinus van Marum (1750-1837) fece vari esperimenti con l'elettricità. Durante uno di questi creò ossigeno e gas di idrogeno mediante elettrolisi. scoprì, forse per caso, che questa miscela avrebbe potuto essere accesa da una scintilla elettrica.

Era l’anno 1781 quando a Parigi, Antoine-Laurent de Lavoisier, (1743-1794) - un nobile francese, figura in primo piano nelle storia della chimica, della finanza, della biologia e dell'economia- enunciò  la prima versione della legge di conservazione della massa e riconobbe l’ossigeno (1778) e l’idrogeno (1783), dando loro un nome. Sempre nel 1781, Lavoisier scrisse: "Léau est le grand réservoir, où la Nature trouve la massa de combustibili, qu'elle forme continuellement sous non yeux, et la vegetazione paroît être figlio grande moyen". Che dice: "L'acqua è la grande vasca, dove la natura trova la massa del carburante, che si forma continuamente sotto i nostri occhi, e la cellula e la  vegetazione possono essere i suoi grandi mezzi".
Nel 1789 i ricercatori olandesi Paets van Troostwijk e Joan Rudolph Deiman (Amsterdam) dimostrarono, per la prima volta  con i loro esperimenti, che gli elementi dell’acqua sono esattamente una  parte di ossigeno e due parti di idrogeno. Utilizzarono elettricità per dividere l'acqua nei suoi elementi e una scintilla per combinare gli elementi di nuovo in acqua. Nello stesso esperimento furono in grado di misurare il volume esatto degli elementi.

Nel  1803 Robert Hare sviluppò e sperimentò il cannello ossi-idrogeno.

Nel  1826 - Thomas Drummond scoperto che viene creata una illuminazione intensa quando una fiamma ossidrica è diretta ad un cilindro di ossido di calcio, che può essere portato al calore bianco senza fusione. Costruì la cosiddetta "Luce Drummond" chiamata anche "Limeluce".
Nel 1860 - Jean Joseph Etienne Lenoir dal Belgio e  Francia costruì la prima macchina che ha prodotto a bordo il suo combustibile proprio per elettrolisi dell’idrogeno.

Nel  1875 - Jules Verne nel suo libro L'isola misteriosa, ha scritto la frase seguente: "L'acqua scomposta nei suoi elementi primitivi, e decomposta senza dubbio con l'elettricità, diventata, poi,  una forza potente e maneggevole. Sì, amici miei, credo che l'acqua, un giorno, potrà essere impiegata come combustibile".

Solamente nel  1888 si sono avute delle risposte in merito agli innumerevoli quesiti sul gas HHO che gli scienziati si erano posti già agli inizi del 1800.

Nel  1918 - Charles H. Frazer brevettò il primo "Booster ad idrogeno", sistema di motori a combustione interna. USA Patent. No. 1.262.034. Frazer dichiarò che la sua invenzione: 1 - Aumenta l'efficienza dei motori a combustione interna. 2 – si ha la combustione completa di idrocarburi. 3 – il motore rimane più pulito. 4 - può essere utilizzato minor carburante per uguali prestazioni.

Nel  1935 , l’Inventore Henry Garrett brevettò un carburatore elettrolitico e fece funzionare una macchina solo con acqua di rubinetto.

Tra il  1943 e il 1945, alla fine della seconda guerra mondiale e  a causa della grave carenza di combustibile convenzionale, l'esercito inglese utilizzò generatori di fiamme ossidriche nei suoi carri armati, barche e altri veicoli per ottenere una migliore resa chilometrica e prevenire il surriscaldamento del motore dei  veicoli utilizzati in Africa. Usarono generatori che  assomigliano un po’ agli odierni risparmiatori di carburante HHO. Subito dopo la guerra il governo ordinò di rimuovere e distruggere tutti i generatori dai veicoli.

Nel  1962,  William A. Rhodes (USA) fu il primo inventore noto a brevettare un elettrolizzatore che ha prodotto il semplice gas "singolo-canalizzate" che oggi chiamiamo "gas di Brown". A metà degli anni 1960 Mr. Rhodes fondò una società, la Henes Corp., Questo fu un grave errore poiché Rhodes non aveva ancora effettuato una progettazione efficiente. la Henes Corp. poi fallì,  passò attraverso diverse mani e fu acquistata da Dennis McMurray. La società, ora denominata Arizona idrogeno, sta facendo fortuna  a Phoenix ,Arizona, USA.   
Dopo la seconda guerra mondiale sono sopravvissuti almeno un paio di generatori. A metà del 1970, una società tedesca di nome Lötgerat  ha prodotto generatori  di fiamma ossidrica. Vennero utilizzati tutti i nuovi materiali e i componenti, ad eccezione del gruppo generatore e del gorgogliatore. Furono, ovviamente, costruiti in acciaio solido. Realizzati allo stesso modo di tutte le apparecchiature dell’esercito: fatte per durare.  

1974 - Dieci anni dopo il brevetto di William Rhodes, Yull Brown (1922-1998), originariamente uno studente bulgaro di nome Ilya Velbov, poi dall'Australia, presentò un brevetto per il suo disegno di un elettrolizzatore di gas di Brown e trascorse il resto della sua vita cercando di fare del gas di Brown un successo commerciale. Sono stati spesi circa 30 milioni di dollari e impiegati quasi 30 anni in questo sforzo. Grazie a lui e al suo impegno, una società porta il suo nome, ricordandolo: Diverse società sono stati avviate, sia in cooperazione e in concorrenza con Yull Brown. Oggi, questo gas particolare si chiama  "gas di Brown"  
"La scoperta di gas Brown". Nato nel 1922 in Bulgaria, Yull Brown andò in Australia nel 1958 come ingegnere elettrico con una profonda convinzione che la visione di Jules Verne "C'è il fuoco in acqua", si sarebbe potuta realizzare. Ha lavorato come tecnico di laboratorio sconosciuto fino a che non riuscì a sviluppare un proprio laboratorio. Nel 1978, il professor Yull Brown veniva descritto da The Post australiano come "il più chiacchierato inventore di oggi in  Australia" Egli scoprì nei primi anni del 1970 un metodo proprio di elettrolisi dell'acqua che produce una miscela di idrogeno e ossigeno non esplosiva nel gas preciso atomo-a-atomo rapporto di due volumi di idrogeno ad un volume di ossigeno (HHO). Il professor Yull Brown scoprì che il gas idrogeno e l’ossigeno possono  essere tranquillamente misti (più o meno 5%) se tale razione è strettamente mantenuta. Il risultato è il Gas Brown, una miscela di idrogeno e ossigeno che può essere generata in modo economico, compressa, e utilizzata in modo sicuro. Nel processo del professor Brown, il gas idrogeno e l’ossigeno sono immediatamente e intimamente mescolati esattamente nel giusto rapporto (il termine scientifico è "mix stechiometrico"). Il gas di Brown è prodotto all'interno di una cella elettrolitica inventata dallo stesso professor Brown,  senza membrane e con sicurezza.
Nel 1977 - La NASA Lewis Research Centre ha condotto una serie di test utilizzando un grande blocco americano ha fatto V8 motore a pistoni, completamente strumentato e montato su un banco prova. Erano interessato a quello idrogeno effetti aveva sul funzionamento del motore. I risultati sono stati sorprendenti. Essi hanno anche proposto un metodo alternativo per produrre il gas, che è più efficiente del normale elettrolisi. Documento NASA: NASA TN D-8478 C.1 del maggio 1977 Il nome del white paper è "emissioni e consumo di energia totale di un motore a pistoni multicilindrico a benzina e ad idrogeno BENZINA MISCELA". Leggere questo documento.

Nel  1990,  Juan Carlos Aquero brevettò un sistema di energia di trasformazione per motori a combustione interna, che utilizzava  l'ossigeno-idrogeno e il vapore. Brevetto europeo: 0 405 919 A1 / 90.306.988,8 (26-06-1990).

Sempre nel  1990, il signor Stanley A. Meyer ottenne un brevetto su un metodo per la produzione di un gas di idrogeno-ossigeno combustibile. Numero di brevetto: 4.936.961 - 26 giugno 1990. Ciò che lo ha reso molto speciale è stato il circuito risonante dielettrico. Il signor Stanley Meyer progettato un motore con la sola acqua come combustibile.

Nel 1991, Kim Nam Sang,  dalla Corea, visitò il laboratorio di Yull Brown in periferia di Sydney. Questo fu l'inizio della collaborazione con Brown e la società Best Corea e insieme riuscirono a sviluppare tecnologie innovative per quanto riguarda il Gas Brown. Oggi B.E.S.T. Corea insieme alal B.E.S.T. Norinco, con sede a Bautou, Cina, è uno dei maggiori produttori mondiali di originali generatori di gas .
Ancora nel  1991 la Teslalein Research, una piccola azienda dei Paesi Bassi, iniziò a lavorare alla ricerca sul gas Brown.

Nel 1994, la Eagle-Research di George Wiseman, in Canada, avviò un programma di ricerca indipendente sul Gas di Brown. Gettò le basi della tecnologia dell’ elettrolizzatore parte tradizionale, e attirò su di sé l’attività di ricerca nel settore dell'energia alternativa ottenendo un disegno migliore dell’elettrolizzatore. William Rhodes ha verificato e confermato la tecnologia del gas di Brown.
Nel 2003 -   Richard Bird, dell’Hydrotechnix comincia a sperimentare con il gas di Brown.
Nel 2006 mr. Dennis J. Klein e mr. R.M. Santilli in Florida, USA, hanno ottenuto un brevetto per un "apparato e metodo per la conversione di acqua in una nuova forma gassosa e combustibile e per il  gas combustibile così formato." Patent No. US 2006/0075683 A1. Il gas che hanno prodotto si  chiama HHO.

Nel 2007 La  Hydrotechnix inizia le installazioni commerciali nel Regno Unito e, sempre nello stesso anno l’ Equipnet LTD del Regno Unito, ottiene la certificazione  di sicurezza CE per i generatori di gas Brown.

Nel 2008    Il mercato per i generatori di gas Brown e per i  risparmiatori di carburante HHO sembra essere in piena espansione. Nascono diversi nuovi produttori e distributori. La qualità dei generatori varia. È stato dimostrato che i motori a combustione interna potenziati con ossigeno / idrogeno HHO possono funzionare meglio utilizzando combustibili non convenzionali e generano  molto meno inquinamento atmosferico.

Nel maggio del 2008,   in Portogallo, i primi 300 camion diesel hanno avuto  un notevole risparmio di carburante con il sistema  idrogeno/ ossigeno. Più tardi, la stessa tecnologia verrà utilizzata sugli scuolabus in Canada e la Best Corea introdurrà ufficialmente i suoi prodotti in  E uropa. La Hydrotechnix si trasferisce a sud della Spagna iniziando a creare una rete di installatori qualificati in tutto il Regno Unito e in Europa.  
Nel 2009 sono disponibili in commercio i primi generatori di HHO per il riscaldamento e la cottura. La Hidrotechnix sviluppa un dispositivo elettronico per superare il sistema di gestione motore sui motori diesel moderni.
Nel 2010 la    Hydrotechnix sviluppa un controllore  di carburante per aumentare i guadagni sul carburante su veicoli diesel dotati di sistemi common rail. Questo è programmato per marca, modello e anno.
2011 -   Hydrotechnix ha l'omologazione TUV  Austria è la  prima azienda in questo settore a passaree il test severo tedesco per la sicurezza, EMC compliance a prestazioni.

Nel 2012 il "Business Award Accelerators" è stato istituito con David Cameron, (primo ministro britannico), per aiutare le imprese a divenire leader mondiali. Il premio è stato vinto in gennaio da Hydrotechnix Ltd.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu